Il sistema alimentare
della città

Il sistema alimentare milanese è un sistema complesso che coinvolge numerosi attori e che comprende sia il ciclo alimentare in tutte le sue fasi di: produzione, trasformazione, logistica, distribuzione, consumo, gestione di eccedenze, flussi di scarti e rifiuti, che il contesto di riferimento.

Milano e la Food Policy: una storia di secoli

Guarda il video di Urban Genoma sulla storia del sistema alimentare milanese

Quali sono le principali componenti di questo sistema?

L'acqua e il suolo

Il territorio metropolitano milanese è caratterizzato da una parte di alta pianura asciutta e da una parte di bassa pianura straordinariamente ricche di acque di superficie e sotterranee, questa abbondanza la rende una delle pianure europee più fertili.

Per affrontare le sfide del futuro è necessario pianificare uno sviluppo integrato sostenibile che definisca forme di produzione innovative in grado di coniugare la qualità dei prodotti alla protezione dell’ambiente e alla valorizzazione del patrimonio paesistico-ambientale.

Parco Agricolo Sud Milano

Il Parco Agricolo Sud Milano si estende per 47.000 ettari, dei quali poco più di 35.000 sono utilizzati a scopo agricolo.

L’immagine del Parco è quella di un complesso sistema paesaggistico rurale e naturale, costituito da una storica rete di acque superficiali e sotterranee che generano un’agricoltura tra le più produttive d’Europa: il territorio è attraversato da numerosi corsi d’acqua di diversa portata come il Lambro e il Ticinello e da una estesa rete idrica artificiale che trova la massima espressione nel Naviglio Grande e nel Naviglio Pavese.

Il Parco Agricolo Sud svolge un importante ruolo importante nella promozione del turismo rurale, lo scenario che si offre allo sguardo dei visitatori è ricco di antiche cascine, di campi agricoli coltivati senza soluzione di continuità, di rogge e canali, di siepi e filari.

Previous
Next

La magia dei fontanili

A connotare in maniera ineguagliabile il paesaggio sono i fontanili. La particolare condizione geologica che caratterizza il sottosuolo della pianura determina l’affioramento delle acque di falda.

Provenendo dal sottosuolo, l’acqua ha una temperatura costante tutto l’anno (10°–14°C) e viene utilizzata per l’irrigazione dei campi grazie alla fittissima rete di rogge e canali tipica del territorio.

Ai margini dei fontanili si sviluppano oasi naturali ricche di canneti, pioppi bianchi e neri, salici e ontani neri.

Le marcite, fonti di vita

Le marcite caratterizzano da secoli il paesaggio della Pianura Padana, la loro presenza ha consentito a diverse generazioni di contadini di foraggiare il bestiame con erbe fresche anche durante la stagione invernale. L’acqua proveniente dalle risorgive viene fatta scorrere sulla superficie del prato sfruttando una successione di piani lievemente inclinati, impedendo quindi al terreno di gelare.

Le marcite ancora presenti all’interno del Parco Agricolo Sud sono soltanto 41 e sono oggetto di tutela: sia perché elementi fondamentali del paesaggio che per il ruolo che svolgono nel mantenimento della biodiversità: in questi ambienti vivono varie specie di uccelli e anfibi che vi trovano le condizioni ideali per alimentarsi, riprodursi, sostare durante le migrazioni.

Infrastrutture del sistema alimentare

Il Mercato Agroalimentare di Milano: SogeMi-Foody

Il Mercato Agroalimentari di Milano (Ortofrutticolo, Ittico, Floricolo e  Carni è collocato in aree attrezzate limitrofe tra loro e costituisce un unico grande centro integrato di distribuzione all’ingrosso. Il più grande d’Italia.

 

Il futuro è FOODY

Nel marzo 2021 Milano Ristorazione e SogeMi, società che gestisce i 4 mercati, hanno avviato una valutazione preliminare per la realizzazione, all’interno del Comprensorio Agroalimentare, di un moderno centro cottura da 10.000 pasti al giorno, di una piattaforma logistica dedicata a Milano Ristorazione per l’accentramento delle diverse sedi in un unico luogo. L’iniziativa rientra all’interno del progetto “Foody 2025”, per il rinnovamento del Mercato Agroalimentare di Milano, un progetto che contribuisce all’attuazione della Food Policy creando sinergie in grado di rendere il sistema alimentare di Milano più sostenibile, coeso e competitivo.

Previous
Next

Mense scolastiche

Milano Ristorazione è la società pubblica del Comune di Milano che gestisce le mense scolastiche, una collaborazione cruciale per generare un impatto concreto sul sistema alimentare locale milanese.

Distribuzione alimentare

All’interno dell’area metropolitana è sempre più significativa la diffusione di grandi strutture di vendita come ipermercati e centri commerciali.

Questi insediamenti si concentrano soprattutto lungo le principali radiali in uscita da Milano. Le aree interessate sono soprattutto i Comuni di prima corona, come Assago, Corsico e Settimo Milanese.

Le attività commerciali di media e grande distribuzione nel 2017 risultavano 303 di medie dimensioni e 32 grandi superfici di vendita per un totale di 335 strutture.

Mercati comunali e agricoli

Rilevante a Milano è il ruolo delle attività commerciali su area pubbliche che comprendono: il sistema dei mercati comunali coperti e il sistema dei mercati settimanali scoperti.
Il Comune di Milano intende riqualificare i mercati coperti, con l’obiettivo di renderli strutture di vendita più moderne ma anche presidi territoriali per la coesione sociale. Negli ultimi anni a questi luoghi si sono aggiunti i mercati agricoli: la maggior parte sono organizzati e gestiti da associazioni di produttori che fanno capo ad organizzazioni di categoria o ad Associazioni.

Qual è il mercato comunale più vicino a te?

Group 3@2x

Milan Urban Food Policy Pact

Il Milan Urban Food Policy Pact, siglato a Milano nel 2015, è un accordo internazionale tra città di tutto il mondo, impegnate a sviluppare sistemi alimentari sostenibili inclusivi, resilienti, sicuri e diversificati, per la promozione all’accesso al cibo sano e sostenibile per tutte le persone. Il Segretariato del Patto ha sede a Milano e ha l’obiettivo di promuovere e facilitare li scambi di politiche alimentari innovative tra le città firmatarie.